Monsignor Angelo Jelmini

nato il 03.11.1893, ordinato vescovo il 02.02.1935, morto il 24.06.1968

Nato il 3 novembre 1893 a Muralto, ordinato sacerdote il 28 giugno 1917. Dapprima è parroco di Bodio e nel 1917 direttore dell'Oratorio maschile di Lugano. Eletto Vescovo titolare di Terme e Amministratore Apostolico del Ticino il 16 dicembre 1935, consacrato il 2 febbraio 1936 nella Cattedrale di Lugano, prende possesso della Diocesi il giorno successivo. Il 30 ottobre 1945 riceve il titolo di dr. h.c. in teologia dall'Università di Friborgo. Il 4 dicembre 1945 è nominato da S.S. Pio XII, Assistente al Soglio Pontificio. Vescovo Decano della Conferenza Episcopale Svizzera dal 1952.Il 15 giugno 1960 è nominato membro della Pontificia Commissione Centrale Preparatoria del Concilio Ecumenico Vaticano II. Muore il 24 giugno 1968. é sepolto nella Cripta della Basilica del Sacro Cuore in Lugano. Durante un episcopato durato oltre trent'anni, curò in modo particolare il Seminario, gli ordini e le congregazioni religiose, l'Azione Cattolica, la tipografia La Buona Stampa e il Movimento sindacale cristiano sociale. Fondò l'opera diocesana Caritas e si prodigò per l'assistenza ai profughi della seconda guerra mondiale, e in seguito, agli immigrati. Partecipò come padre conciliare, al Vaticano II.

Lo stemma: Praecedet te angelus meus

Inquartato: al I e IV partito d'azzurro e di rosso (armi del Cantone Ticino con i colori invertiti), alla graticola di San Lorenzo d'argento sul tutto; al II e III angelo in oro vestito di verde, aureola d'oro, che porta un libro rosso (armi personali in relazione con il motto e il nome del prelato).

Omelie